Filippo Venturi Photography | Blog

Documentary Photographer

If only for a second, Mimi Foundation

leave a comment »

Cosa mi manca di più? Essere spensierato. Perché da quando mi hanno diagnosticato il cancro non ho più avuto un secondo di spensieratezza. Questa è stata la frase che ha ispirato il progetto fotografico If Only For a Second, commissionato dalla Fondazione Mimi, associazione francese che si batte contro il cancro.

L’intento era donare ai malati almeno un secondo della spensieratezza perduta. Per fare questo 20 di loro sono stati invitati in un salone di bellezza di Bruxelles. E ciascuno ha ricevuto, tenendo gli occhi chiusi, le cure di hair stylist e professionisti del make up. A lavoro ultimato tutti i pazienti sono stati posizionati davanti a uno specchio a due vie.

Dall’altra parte dello specchio, il fotografo professionista Vincent Dixon ha scattato nel secondo esatto in cui la persona ha aperto gli occhi, cogliendo in quell’attimo preciso il loro “momento di spensieratezza”, l’attimo in cui hanno, anche solo per un istante, dimenticato la malattia.

Il reportage ora è diventato un libro, in vendita sul sito della Mimi Foundation. “Ogni foto è accompagnata da una didascalia” si legge nell’introduzione del volume, “con la data e l’ora dello scatto e, soprattutto , il secondo esatto in cui la persona ha dimenticato il suo cancro. Sfogliando le pagine, il lettore sarà trasportato dalle risate, dai sorrisi e dai volti spensierati. Questo è il cuore del progetto If Only For a Second: diffondere gioia e felicità”.

___

If only for a second, Mimi Foundation

The Project
20 cancer patients participated in a unique makeover experience.
They were invited to a studio. Their hair and makeup were completely redone.
During the transformation, they were asked to keep their eyes shut.
A photographer then immortalized the moment they opened their eyes.
This discovery allowed them to forget their illness, IF ONLY FOR A SECOND.

The Book
This 60 pages book contains the photographs by Vincent Dixon of the 20 participants of “If only for a second”.
Every photo is followed by a caption, the date and the time the photo was taken and most importantly, the exact second when the person forgot about their disease.
Going through this book, the reader is carried away by laughter,  giggles and carefree faces. Readers will even be surprised to have on their own faces… a smile.
This is the heart of the idea of the “If only for a second ” project, to spread smiles and happiness.

___

Fonti:
www.mimi-foundation.org
www.huffingtonpost.it

___

Written by filippo

13 December 2013 at 12:56 pm

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s