Filippo Venturi Photography | Blog

Portrait and Documentary Photographer

Tutti i figli di Dio danzano

leave a comment »

Haruki Murakami, Tutti i figli di Dio danzano

“Fino a quando non ho incontrato Raymond Carver, non c’era mai stata una persona che, come scrittore, potessi considerare il mio mentore. Raymond Carver è stato senza dubbio l’insegnante più prezioso che abbia mai avuto e anche il mio migliore amico letterario.”
– Haruki Murakami

___

Il notiziario della radio:
“Numerose le perdite fra le truppe americane, ma anche fra i vietcong si contano 115 vittime”.
La donna “Che cosa tremenda l’anonimato”.
L’uomo “Come sarebbe?”
La donna “Dire che 115 guerriglieri sono morti non fa capire niente. Non si sa nulla delle singole persone. Avevano moglie, figli? Preferivano il teatro o il cinema? Non sappiamo niente. Sono solo 115 uomini morti in guerra, questo è tutto”.
– Jean-Luc Godard, Pierrot le fou

___

In quel momento, guardando le fiamme del falò, tutt’a un tratto Junko percepì qualcosa. Era qualcosa di profondo. Qualcosa che forse si sarebbe potuta chiamare emozione condensata, perchè era troppo viva, aveva una consistenza troppo concreta per poterla chiamare idea. Attraversò lentamente l’interno del suo corpo e svanì da qualche parte, lasciando un’emozione indefinibile, simile a una struggente nostalgia. Per qualche istante, dopo che era svanita, ebbe una specie di pelle d’oca sulle braccia.
– Non le succede qualche volta, guardando la forma del fuoco, di provare una strana sensazione? – chiese a Miyake.
– Cioè?
– Sentire in modo stranamente preciso delle cose che nella vita di tutti i giorni di solito non percepiamo. Non so come dire… non sono brava a esprimermi, ma a stare così a guardare il fuoco, senza alcuna ragione provo una sensazione di pace.
Miyake ci pensò su.
– La forma del fuoco è libera. E siccome è libera, chi la guarda può vederci qualunque cosa. Se lei guardando il fuoco prova una sensazione di pace, è perchè la sensazione di pace che ha dentro ci si riflette. Capisce cosa intendo?
– Sì.
– Però, non si può dire che questo succeda guardando qualsiasi fuoco. Perchè accada, le fiamme devono essere libere. Questa cosa non può succedere guardando le fiamme del fornello a gas. Non succede con la fiamma dell’accendino. E nemmeno con tutti i falò. Perchè un fuoco sia libero, bisogna farlo in un posto dove ci sono le condizioni adatte. E questa non è una cosa che riesce facilmente a chiunque.
– Ma a lei riesce?
– A volte mi riesce, a volte no. Ma il più delle volte mi riesce. Se lo faccio col cuore, funziona.
– Fare i fuochi le piace, vero?
Miyake annuì.
– Haruki Murakami, Tutti i figli di Dio danzano

___

Written by filippo

1 February 2012 at 2:40 pm

Posted in Libri

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s