Filippo Venturi Photography | Blog

Portrait and Documentary Photographer

Letizia Battaglia

with 3 comments

Letizia Battaglia
1935, Palermo. Vive e lavora a Palermo.

Fotoreporter coraggiosa e impegnata, giornalista appassionata, editrice e scrittrice ambientalista, consigliere e assessore comunale: Letizia Battaglia, fin dagli anni Settanta, ha rappresentato una figura di artista e intellettuale versatile e complessa. Le origini palermitane, nelle ferite più profonde del Sud Italia, hanno irrimediabilmente segnato la sua attività fotografica, portandola a documentare con sensibilità e passione il dolore quotidiano della vita pubblica della sua Sicilia. Nel corso degli anni, l’obiettivo di Letizia Battaglia si è spinto a immortalare la violenza degli omicidi mafiosi e la ferocia della miseria urbana, riscattate al contempo dalla dignità dei cittadini onesti. Dai suoi scatti in bianco e nero traspare uno straordinario impegno civile e documentario, un desiderio di giustizia e di libertà sociale che si traducono in una coraggiosa e continua sfida al potere violento della mafia.

Letizia Battaglia, per raggiungere la straordinaria immediatezza dei suoi scatti, rischia infatti la propria incolumità nell’avvicinarsi ai soggetti e nel ritrarre ambienti domestici sconvolti dalla crudezza delle esecuzioni mafiose. Un approccio artistico che va oltre la mera documentazione di un evento, ma diventa impegno civile reale e consolidato; Le sue fotografie rappresentano momenti fondamentali della storia, entrati a far parte della memoria del nostro Paese, facendosi addirittura prezioso documento processuale (sono suoi gli scatti acquisiti agli atti del processo Andreotti, che ritraggono il senatore a vita all’Hotel Zagarella in compagnia dei cugini Salvo, esattori mafiosi). Violenza e ferocia lasciano sempre trasparire la dignità di una popolazione ferita e inerme, mescolandosi in scatti di straordinaria potenza comunicativa. Paradossalmente meno conosciuta nel nostro Paese, Letizia Battaglia ha ottenuto negli ultimi anni un eccezionale riconoscimento all’estero, consacrato dall’assegnazione di numerosi premi. Tra questi, l’Eugene Smith nel 1985 (è la prima donna europea a riceverlo), il Mother Johnson Achievement for Life nel 1999, e recentemente il prestigioso Cornell Capa, assegnatole lo scorso maggio a New York. In programma per lei anche mostre ad Amsterdam e a Norimberga. Attualmente dirige la rivista Mezzocielo, fondata assieme ad altre donne, luogo di elaborazione e discussione di temi e argomenti cari al mondo femminile. Ulteriore conferma della sua sensibilità e del suo impegno nella difesa dei diritti umani di quelli delle donne e della giustizia.

[…]

“Background Story”
Letizia Battaglia, Enrique Metinides, Arnold Odermatt
11 settembre – 17 ottobre 2009

Fonte: cardiblackbox.com

Palermo, 1982. Vicino alla Chiesa di Santa Chiara. Il gioco del killer. Black and white photograph - Image 1 of 13

Palermo, 1982. Vicino alla Chiesa di Santa Chiara. Il gioco del killer. Black and white photograph - Image 1 of 13

Palermo, 1980. L'arresto del boss mafioso Leoluca Bagarella - Image 2 of 13

Palermo, 1980. L'arresto del boss mafioso Leoluca Bagarella - Image 2 of 13

Palermo, 1976. Vincenzo Battaglia, era uscito per comprare i cannoli. Lo hanno ucciso al buio, tra la spazzatura. Sua moglie aveva cercato invano di aiutarlo. Black and white photograph - Image 3 of 13

Palermo, 1976. Vincenzo Battaglia, era uscito per comprare i cannoli. Lo hanno ucciso al buio, tra la spazzatura. Sua moglie aveva cercato invano di aiutarlo. Black and white photograph - Image 3 of 13

Palermo, 1982.Nerina faceva la prostituta e si era messa anche a trafficare con la droga. La mafia l'ha uccisa perchè non aveva rispettato le sue regole. Black and white photograph - Image 4 of 13

Palermo, 1982. Nerina faceva la prostituta e si era messa anche a trafficare con la droga. La mafia l'ha uccisa perchè non aveva rispettato le sue regole. Black and white photograph - Image 4 of 13

Palermo, 1982. I due Cristi. Black and white photograph - Image 5 of 13

Palermo, 1982. I due Cristi. Black and white photograph - Image 5 of 13

Palermo, 1998. Il magistrato Roberto Scarpinato con la sua scorta, durante gli anni in cui fu Pubblico Ministero al processo contro l'ex primo ministro Giulio Andreotti. Giulio Andreotti, sette volte Primo Ministro, fu poi assolto per prescrizione di reato. Black and white photograph - Image 6 of 13

Palermo, 1998. Il magistrato Roberto Scarpinato con la sua scorta, durante gli anni in cui fu Pubblico Ministero al processo contro l'ex primo ministro Giulio Andreotti. Giulio Andreotti, sette volte Primo Ministro, fu poi assolto per prescrizione di reato. Black and white photograph - Image 6 of 13

Palermo, 1988. Omicidio targato Palermo. Black and white photograph - Image 7 of 13

Palermo, 1988. Omicidio targato Palermo. Black and white photograph - Image 7 of 13

Palermo.1980. Quartiere La Cala - La bambina con il pallone. Black and white photograph - Image 8 of 13

Palermo, 1980. Quartiere La Cala - La bambina con il pallone. Black and white photograph - Image 8 of 13

Palermo, 1979. Il giudice Cesare Terranova, Deputato comunista, membro della Commissione Parlamentare Antimafia, è stato appena ucciso in un agguato. Il maresciallo Lenin Mancuso, addetto alla sua sorveglianza, è morto poco dopo in ospedale. Black and white photograph - Image 9 of 13

Palermo, 1979. Il giudice Cesare Terranova, Deputato comunista, membro della Commissione Parlamentare Antimafia, è stato appena ucciso in un agguato. Il maresciallo Lenin Mancuso, addetto alla sua sorveglianza, è morto poco dopo in ospedale. Black and white photograph - Image 9 of 13

Palermo, 1976. Ucciso mentre andava in garage. Black and white photograph - Image 10 of 13

Palermo, 1976. Ucciso mentre andava in garage. Black and white photograph - Image 10 of 13

Capaci, 1980. Donna crede che el abbiano ucciso il figlio. Black and white photograph - Image 11 of 13

Capaci, 1980. Donna crede che le abbiano ucciso il figlio. Black and white photograph - Image 11 of 13

Palermo, 1976. Rubava il rame nei tombini dell'energia elettrica per sfamare i suoi figli. Black and white photograph - Image 12 of 13

Palermo, 1976. Rubava il rame nei tombini dell'energia elettrica per sfamare i suoi figli. Black and white photograph - Image 12 of 13

Palermo, 1992. Rosaria Schifani. Vedova dell'agente di scorta Vito, ucciso insieme al giudice Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e tre suoi colleghi. Black and white photograph - Image 13 of 13

Palermo, 1992. Rosaria Schifani. Vedova dell'agente di scorta Vito, ucciso insieme al giudice Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e tre suoi colleghi. Black and white photograph - Image 13 of 13

Written by filippo

13 September 2009 at 9:32 am

3 Responses

Subscribe to comments with RSS.

  1. […] sui fotografi Letizia Battaglia, Enrique Metinides, Arnold Odermatt, a cui avevi accennato qui), poi  il Van Gogh Museum e il Rijksmuseum ad Amsterdam, ha riacceso la mia voglia di vedere ed […]

  2. ciao sono leonardo vorrei tanto conoscherti,
    io sono lucano e fotografo.viaggiando 168 paesi del mondo
    innamorato della vita mi spinsi a solo 16 anni in francia dove scattai il mio primo reportage sulle prostitute di besancon
    spero tu mi risponda alla mia mail

    leonardo autera

    17 July 2010 at 8:55 pm

  3. ciao Leonardo Autera…di dove sei?

    francesco

    9 January 2011 at 4:34 pm


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s